martedì 13 dicembre 2011

Quello sguardo malinconico sul passato

nostalgia



Quella sensazione di vuoto, quel qualcosa che non c'è più e che ci manca, ha un nome: nostalgia.

Di cosa si può essere nostalgici? Di un profumo, di una canzone, di un periodo della nostra vita ( e da quello che ho sentito si parla spesso di frammenti di vita passata), oppure di una certa età, insomma, si può dire un pò di tutto, dipende essenzialmente da noi...

La cosa più forte però è che sentiamo a volte il desiderio irrefrenabile di rivivere quella situazione e se potessimo riavvolgere il nastro del tempo, la nostalgia scomparirebbe, ma putroppo questo è irrealizzabile!
Ma vi siete mai chiesti se saremmo così' felici se ci fosse la possibilità di tornare indietro nel tempo?
E poi, tornare indietro con la nostra età attuale o con quella di allora? Io mi sono fatta spesso questa domanda, e mi sono sorpresa a capire che regredire ad un determinato periodo della mia vita, per esempio, avrei preferito farlo con la mia età attuale e non con quella di allora.
Con la maturità di adesso avrei potuto apprezzare meglio certe sfumature, ma non avrei avuto certo la spensieratezza degli anni 'verdi'...

Però provare nostalgia per degli eventi non è così negativo come potrebbe sembrare; si prova un senso di felicità lontana, di pienezza, e si percepiscono i ricordi belli o brutti con un senso di appartenenza totale. E come dirsi " io sono così grazie a quelle esperienze che ormai fanno parte di me".


Ricordare episodi belli della propria vita rappresenta un'ancora di salvezza o un meccanismo di difesa, come una barriera per esempio, quando non vediamo certezza nel nostro futuro.
Il fatto che nessuno possa toglierci la gioia del nostro passato, ci riempie di consolazione e ci dà sicurezza.
Non dimentichiamo che ripercorrere lucidamente il nostro passato, nel bene e nel male, ci permette di avere una concezione più reale della vita e di noi stessi, e ci aiuta a migliorare le nostre scelte future.
Noi cresciamo e ci formiamo proprio con l'assimilazione delle esperienze fatte, perchè ogni piccola o grande cosa di cui noi siamo stati protagonisti , è un frammento, un pezzetto dell'immagine che costruisce la nostra persona.

Nessun commento:

Posta un commento