mercoledì 18 gennaio 2012

Spettro della luce

Nella luce pura sono tutti i colori
Perciò essa non ha sfumature
Il colore appare
solo dove l'unicità si rivela


Quando la luce del sole ci investe direttamente, la sua radiosità è tale da impedirci di distinguere sia le sfumature, sia i particolari della sua fonte. Ma quando la luce colpisce le sottili ali di una libellula, o quando filtra attraverso la foschia della pioggia, persino quando illumina la supeficie della nostra pelle, viene polarizzata in milioni di minuscoli arcobaleni. Il mondo è un'esplosione di colori perchè miriadi di superfici e di tessuti rinfrangono la luce in infinite e sovrapposte dimensioni.
Lo stesso vale per il Tao.
Allo stato puro, incarna ogni cosa. Quindi, non mostra nulla. Così come la luce pura contiene tutti i colori senza rivelarne nessuno, nel Tao gli albori di ogni vita sono latenti e indifferenziati. Solo quando il Tao entra nel nostro mondo esplode nell'infinito spettro della varietà. Noi diciamo che tutto deve la propria esistenza al Tao: ma ogni cosa è soltanto rifrazione del grande Tao.
Una volta mescolata, la luce colorata torna a farsi pura. Per questo chi segue il Tao parla sempre del ritorno: perchè riunifica in un insieme tutti gli aspetti della vita e tutte le distinzioni. Nell'unità, le differenze non esistono. Quando la nostra coscienza si riunisce al vero Tao, i colori spariscono e vi è solo luminosità.

Nessun commento:

Posta un commento