venerdì 19 ottobre 2012

Dietro le apparenze

Chi appare feroce, spesso è mite
Chi sembra timido, spesso è maligno
Guardiamo al di là delle apparenze; 
mettiamoci in posizione di vantaggio


In mancanza di esperienza, ci lasciamo facilmente ingannare dalle apparenze. Se un omone fa la voce grossa, subito lo giudichiamo volgare e bellicoso, ma in realtà potrebbe essere una persona gentile; partendo prevenuti rischiamo di lasciarsi sfuggire le sue buone qualità. 
D'altro canto, quando incontriamo una donnina minuta e tranquilla il nostro atteggiamento tende a farsi compiacente; ma se alla fine si rivela una persona insidiosa, la nostra faciloneria accresce la nostra frustrazione.
A volte le persone sono esattamente ciò che appaiono. Altre volte, non fanno altro che mostrarci una maschera.
Gli esseri umani, come gli animali, dispongono di diverse strategie di sopravvivenza. Il colore, le movenze, l'odore e così via non sono che ingannevoli espedienti.
Lo stesso vale per le persone; promettono grandi cose, ma raramente le realizzano. Dichiarano eterna un'amiciza, poi magari si dileguano nel nulla. 
Si lasciano sfuggire promesse, ma stanno solo cercando di approfittarsi delle situazioni. 
Se riusciamo a metterci in posizione strategica riusciremo a distinguere con chiarezza la personalità degli altri, senza lasciarci influenzare dalle apparenze.
Potremo così sventare le trame degli altri.

Mi sembra di sentire qualche voce che dice " ....come fare per distinguere chi cerca di approfittare di noi?".
Avete mai sentito parlare dell'istinto?
Quello che spesso ci parla ma che noi altrettanto spesso ignoriamo.
Tutti noi inizialmente portiamo una maschera; non è facile aprire il nostro intimo ad un estraneo e, direi, giustamente ci ripariamo dietro a atteggiamenti che ci permettono di corazzarci contro 'il mondo esterno'.
Non possiamo farci nulla; non possiamo scardinare questa difesa, ovviamente. Possiamo solo affidarci all'istinto. Quello che fa scattare il campanello d'allarme dentro di noi, quella sensazione che a pelle ci fa preferire una persona piuttosto che un'altra. 
Ammetto di aver preso qualche tranvata a lasciarmi guidare dai miei sensi...poche, ma le ho prese! Sarà perchè quel qualcuno è riuscito a recitare talmente bene, o forse perchè in quel momento le mie difese erano piuttosto abbassate, ma sta di fatto che alcuni individui mi hanno fregato alla grande.
Per fortuna grandi danni non ne hanno fatti; il tempo mi ha fatto un grande regalo. Mi ha dato la possibilità di affezionarmi alle persone quel tanto che basta a non rimanerne ferita se si rivelano diverse da quel che pensavo.
La delusione è profonda, la rabbia anche, ma ho la capacità di voltare pagina con i miei sentimenti, riesco a proteggerli in modo tale che una lacrima è sufficiente per sanare il dolore più cocente.
Il mio istinto mi ha sempre parlato, imparate anche voi ad ascoltarlo. Sintonizzatevi su voi stesse, in silenzio, ascoltando bene ciò che avviene 'dentro' di voi. Scoprirete un sacco di cose interessanti.


Nessun commento:

Posta un commento