giovedì 22 novembre 2012

Il giardino dei ricordi - Rachel Hore

Lamorna Cove, una piccola, incontaminata baia in Cornovaglia, nel secolo scorso era il ritrovo di una colonia di artisti. Oggi, Mei spera che possa essere il luogo per sfuggire al dolore della morte della madre e per riprendersi dalla fine della sua storia d'amore. Affitta un cottage nella suggestiva tenuta di Merryn Hall, dove dopo qualche giorno arriva Patrick, il nipote del vecchio proprietario, anche lui reduce dal fallimento di una relazione sentimentale. I due iniziano insieme una lunga opera di ricostruzione del giardino della villa per riportarlo all'antico splendore e, contemporaneamente, indagano sull'identità dell'artista di alcuni quadri ritrovati da Mei. Scopriranno così a poco a poco la vicenda di Pearl, una delle cameriere di Merryn Hall all'inizio del novecento, divenuta l'amante del nipote del proprietario ma allontanata una volta rimasta incinta. Mei e Patrick si avvicinano sempre più fino a innamorarsi, ma la completa felicità sembra irraggiungibile...
Il vantaggio di questo romanzo è l'ambientazione idilliaca e la scoperta di bravissimi pittori che però non è riuscito a strapparmi una stellina in più per via della storia che trovo un pò tirata per i capelli.
Due storie d'amore raccontate quasi in parallelo fanno da sfondo a questo libro e ad un giardino che risorge dalle ceneri. La storia d'amore più affascinante e intrigante è quella di Pearl nei primi anni del 1900 ed è quella che mi ha, se così posso dire, appassionato di più (non sono un'amante dei libri romantici) mentre quella di Mel e Patrick trovo che rimane più superficialmente trattata dalla Hore, che conferisce loro meno pathos e vivacità. Anche i momenti 'intimi' tra di loro sono evitati nei capitoli; si scopre che proseguono la loro storia perchè ci scappa tra le righe 'che dividono il letto'. Mah!
I personaggi 'attuali' quelli che affiancano Mel e Patrick sono quasi stereotipati, e solo Mel guadagna qualche punto in più rispetto agli altri. Patrick è una figura insignificante, quasi antipatica, e spesso ho fatto il tifo per il suo ex fidanzato piuttosto che vederla accanto a quello stoccafisso di Patrick!
I pochi approfondimenti caratteriali, la passione tra i due protagonisti praticamente non approfondita, e parecchie pagine di troppo, rendono questo libro un pò pesante da riuscire a finire... non avvincente.
Recupera nel mio giudizio, l'ambientazione nella Cornovaglia a Lamorna, con descrizioni dei posti molto belle insieme a quelle del giardino che ritornerà a nuova vita e alla scoperta di pittori, di cui, segnatami i nomi, sono andata a cercare le loro opere scoprendo dei quadri di incredibile bellezza.

Nessun commento:

Posta un commento