venerdì 14 dicembre 2012

Passione Vintage di Isabel Wolf



Un cappello di paglia intrecciata è tutto ciò che a Phoebe rimane della sua amica Emma. Ed è da quell’accessorio a lei tanto caro che decide di ripartire. Perché secondo Phoebe ogni oggetto, e ogni capo porta con sé l’anima di chi l’ha creato e di chi l’ha indossato.
Quando Phoebe decide di lasciare il suo incarico nella prestigiosa casa d’aste Sotheby, tutti rimangono di stucco. Perché lasciare un impiego così ambito per aprire una boutique di abiti vintage? Presto un capo che proviene dal passato, e da una piccola cittadina oltreoceano, le aprirà gli occhi e cambierà per sempre la sua vita. Thérèse Bell, un’anziana signora francese, ha una straordinaria collezione di capi vintage. Ma fra gli abiti da sera e i tailleur d’alta moda, Phoebe trova un cappottino blu che non sembra essere mai stato usato, e dal quale Thérèse non vuole separarsi. Le due donne stringono un’amicizia profonda, e presto scoprono che nonostante le differenze d’età e di cultura, un destino comune le unisce. Entrambe, infatti, non riescono a riconciliarsi con il proprio passato. Le settimane scorrono e passo dopo passo, davanti a una tazza calda di tè, Phoebe scopre la storia del cappottino blu. E quando Thérèse le confessa che le mancano pochi giorni di vita, Phoebe decide di aiutarla ad affrontare i fantasmi che la richiamano dall’infanzia, perché soltanto così anche lei potrà dare una svolta alla sua vita, riuscendo forse a innamorarsi e a vivere di nuovo.
Una storia commovente, un inno all’amicizia e alle seconde possibilità che la vita riserva. 



 Non sono una fan delle firme ma il vintage è stupendo e in questo libro ci sono tutte le premesse perchè possa piacere anche a chi non lo ha mai considerato. In più vi è una delicata e struggente storia di amicizia che riporta a eventi drammatici come l'olocausto ma il tutto trattato in modo soft per nulla pesante. La location dove è narrata la storia e tutto il suo contorno di personaggi simpatici ha creato un romanzo piacevolissimo nel suo genere; ho trovato parecchio difficile staccarmi dalle sue pagine ma ne è valsa la pena. Non è un romanzo banale, affatto, ma affronta alcune tematiche come l'amizia e i rapporti interpersonali con il dovuto peso.

Nessun commento:

Posta un commento