giovedì 16 maggio 2013

La scuola degli ingredienti segreti di Erica Bauermeister

È lunedì, nel ristorante di Lillian è giorno di chiusura, e come ogni settimana si tengono le lezioni del corso di cucina. Circondata dagli allievi, Lillian muove delicatamente le mani, sta per aggiungere l'ultimo tocco, l'ingrediente segreto, e poi la torta sarà pronta. Nessuno meglio di Lillian conosce la magia degli ingredienti, nessuno meglio di lei sa che a volte basta una tazza di cioccolata per cambiare un po' la vita. Era solo una bambina quando, grazie a una misteriosa ricetta donatale da Abuelita, la donna della bottega delle spezie, ha salvato sua madre. Sono passati anni da allora, anni in cui ha combattuto, ha sofferto, si è ribellata, a volte ha perso ogni certezza, tranne una: la fiducia nella magica alchimia del cibo. È per questo che il suo ristorante è un luogo speciale, dove si ritrovano ricordi perduti, si stringono promesse d'amore o nasce un'amicizia. Lo sanno bene gli allievi del corso di cucina, tutti alla ricerca dell'ingrediente segreto che ancora manca alla loro vita. Come Claire, giovane madre insicura, o Tom, che ha appena perso la moglie; Chloe, ragazza maldestra e vitale; Isabelle, che non ricorda nulla tranne le ricette. Per tutti loro Lillian ha la soluzione: sa che le tortillas restituiscono il gusto piccante dell'avventura, che una soffice glassa può far dimenticare un tradimento e che un ragù schiude le porte di un nuovo amore. Quello che non sa è la ricetta giusta per lei. Potrà trovarla solo se accetterà di mettersi alla prova, almeno una volta.




E' da leggere a stomaco pieno!!!
Si, perchè ad un certo punto esplode la voglia di alzarsi dalla poltrona e correre in cucina a preparare uno dei piatti che la protagonista, Lillian, realizza per i partecipanti al suo corso di cucina. Fa venire una fame nera!
Questo è un raro libro, che unisce la cucina alla poesia; per come vengono citati gli ingredienti, per come vengono spiegati i passi per realizzare i piatti, questi, sono accompagnati da una prosa meravigliosamente poetica.
Non si può rimanere indifferenti alla scrittura di questo romanzo che in se per se, ha una trama non eccelsa, ma riesce a conquistare il cuore con la storia dei personaggi che frequentano il corso di cucina.
Storie assolutamente semplici, come è la gente che incontriamo tutti i giorni, con le loro gioie e i loro dolori quotidiani, ma proprio per questo così vicino alla nostra; tra un effluvio di cioccolato e cannella, il mescolare una pastosa salsa di tuorli, zucchero, burro e mascarpone, e il profumo di ragù e pomodoro, percorriamo le vite di Tom, Helen e Carl, Chloe, Antonia e Ian, Isabelle e Lillian.
E' vero che la cucina è strettamente connessa con i nostri sensi, e questo libro lo dimostra molto molto bene; credo che Erica Bauermeister, se continua con questo filone che le riesce meravigliosamente bene, sarà una degna antagonista di Ruth Reichl.

Nessun commento:

Posta un commento