martedì 17 marzo 2015

Cambiamenti...sarà la primavera?

Grafica blog aggiornata e qualche tocco qua e la per rinfrescare questa pagina che sto trascurando da un pò di tempo, colpa dei molteplici impegni che si sono impilati da qualche mese a questa parte.
Devo darmi il tempo di rimettermi sul giusto binario e cosa c'è di meglio che approfittare dell'imminente primavera (solo da calendario però!) per iniziare?!!












Questi stupendi tulipani sono una gioia per gli occhi e rallegrano un pò queste giornate tristi, costellate da corse e visite che culminano, alla sera, con un resoconto giornaliero un pò sconsolato e corredato di qualche lacrima e  affanno.

Se da una parte ci sono questi momenti grigi, da un'altra parte c'è una consolidata riaffermazione di me. Frequentando dei corsi per genitori di bambini affetti da DSA, corsi che mirano a contribuire ai successi dei nostri figli e a strutturare anche a casa gli esercizi con i benefici effetti sortiti, queste riunioni mi sono state molto utili per confrontarmi con alcune mamme e scoprire quanto sia idiota nel non essere un pò egoista nei miei confronti.
Si...idiota, mi sento proprio così.

Perchè purtroppo troppo spesso mi vedo intorno gente che sfrutta, anche inconsapevolmente, il mio tempo e la mia babbioneria (passatemi il termine!) per usufruire della mia pazienza e/o della mia abilità nel risolvere i loro problemi di varia natura. 
E non importa se io ho forse qualcosa da fare...tanto io...da casalinga...ho tempo da vendere!
Esempio: nonostante l'altro giorno fossi cotta dalla stanchezza e quasi non connettevo più, mi sono dovuta sorbire una giornata di full immersion al pc, per la gioia di chi ne aveva bisogno!!!
Esempio: "Perchè non mi dai il tuo numero di telefono, così quando non ho niente da fare ti telefono e ci facciamo compagnia!"....eh certo! Faccio la badante al telefono!
Esempio: quelle che ti controllano se posti qualcosa su internet per vedere se sei online, e appurato che ci sei ti braccano via chat per far loro compagnia. E divento così anche una badante virtuale!

Sorridiamo...
E no!
Non ci sto più...ho assaporato una libertà, ed è quella che mi permette di gestire il mio tempo, i miei pomeriggi, le mie mattinate al di fuori delle attività che potrei regalare a chi le richiede facendo appello alla mia bravura, alla mia gentilezza, alla mia amicizia.

Aaahhh...l'amicizia. Una parola che dovrebbe avere un preciso significato ma che in realtà, viene espropriato in molti altri a seconda della funzione di comodità.
Tradotto da vocabolario suona così:

Sentimento di affetto, di simpatia, di solidarietà, di stima tra due o più persone, che si traduce in rapporti di dimestichezza e familiarità.

Ok...mi sta bene. Peccato che la dimestichezza e familiarità si traducano poi in invadenza, mancanza di rispetto, specialmente degli spazi privati, curiosità profonda sin nei più piccoli meandri dalla vita altrui, giudizi inappropriati e oltretutto non richiesti.

Che fine ha fatto questo famigerato sentimento di comunione di anime e di solidarietà? Puff, sparito in un amen, in una società che pone la persona al centro del suo Io e nulla più.

Sto sentendo un sacco di accadimenti su quanto le persone si stiano approfittando della bontà altrui e sinceramente ne sono nauseata, quindi per me...da oggi basta!
Diventerò cattiva? Non importa.
Qualcuno si offenderà? Pazienza, il problema è suo!

Bisogna fare un'attenta scrematura di chi ci gira intorno...come afferma questa citazione...

Alcune persone valgono maledettamente il rischio,
altre nemmeno il tentativo

1 commento:

  1. Elly mia ho fatto delle sane potature in questi ultimi due anni in fatto di "amicizia" e lo metto tra virgolette, perchè non ho ancora capito come molte persone la intendano..
    Anche nel dubbio , poto, taglio, trancio , lascio , perdo....piuttosto sola con i miei pelosoni, ma tutte queste inutili falsità non le tollero più, non parliamo se unite all'interesse!
    Ti stringo forte e ti capisco tantissimo!

    RispondiElimina